Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze, Norberto Bobbio

Pagine

L'Ombra degli Alchimisti

Condividi

L'Ombra degli alchimisti è la parte di emisfero cerebrale che non è illuminato dall'energia sessuale e che quindi rimane in ombra, estromessa dal dialogo, dalla condivisione e dalla ricerca di perfezione.

L'Ombra è quindi la parte anima dell'uomo e la parte animus della donna che l'individuo rinnega per abitudine,indolenza, prigrizia, apatia e opportunismo (il tamas). Purificare l'Ombra non significa per prendersi cura semplicemente del proprio corpo (il maschio) o della propria anima (la femmina), ma significa, a un livello mentale, mettere in comunicazione i due "sessi" del cervello (il maschio/emisfero sinistro e la femmina/emisfero destro) attraverso una operazione artistica per i gradi di calore del fuoco alchemico: una sintesi sapiente di parole e immagini, di pensieri ed emozioni, di scienza e poesia, di immaginazione razionale e fantasia. 



Il Fuoco Naturale, domestico, quello "delle nostre cucine" , è il grado di calore minore che gli individui sperimentano nel rapporto di coppia. L'amore sessuale che si consuma all'interno del matrimonio completamente "chiuso" (il vas hermeticum) ha l'effetto di purificare il subconscio dalle pulsioni irrazionali istintive (maschili) e psichiche (femminili). 

Il secondo grado di calore alchemico è generato dal Fuoco Celeste proveniente dal mondo della della religione, della filosofia e dell'arte.

Il fuoco celeste ha il compito specifico di risvegliare le potenzialità della mente e di spingere l'alchimista a svolgere un lavoro di contenimento dei desideri e delle proiezioni. Anche dopo lunghi anni di pratica, addomesticare la mente resta un'impresa difficile.
La pratica dell'Arte ha il pregio di focalizzare la mente per lunghi periodi sull'opera da realizzare.
Il terzo grado di calore è dato dal Fuoco Segreto. L'alchimista trascende l'aspetto fisico-mentale modellato dal "martello" e può iniziare a riversare nel mondo il fuoco dell'arte che ha generato all'interno della coppa (l'emisfero destro). In questo stadio finale di purificazione, rivelazione e trasfigurazione dell'Ombra avviene un improvviso cambiamento di polarità tra i due emisferi. Ciò che si trovava nell'emisfero sinistro (coscienza dell'ego) si riversa nell'emisfero destro (coscienza dell'anima) e viceversa. 



L'inversione dei nodi magnetici rende il corpo calloso permeabile alle informazioni provenienti da entrambi gli emisferi. Si genera una speciale memoria in cui si sperimenta la trasfigurazione dell'Ombra nella Chiara Luce della Coscienza alchemica, per sua natura androgina,  maschio,  femmina (il Sè). 

Si ha il compimento finale della trasfigurazione dell'Ombra collettiva (l'iperconscio) nella beatitudine della conoscenza dell'esistenza reale (Sat), della conoscenza dell'universo mentale archetipo (Chit) e della conoscenza del Gioco della Coscienza (Chidvilasananda). L'Ombra degli alchimisti è la parte di emisfero cerebrale che non è illuminato dall'energia sessuale e che quindi rimane in ombra, estromessa dal dialogo, dalla condivisione e dalla ricerca di perfezione.

L'Ombra è quindi la parte anima dell'uomo e la parte animus della donna che l'individuo rinnega per abitudine,indolenza, prigrizia, apatia e opportunismo (il tamas). Purificare l'Ombra non significa per prendersi cura semplicemente del proprio corpo (il maschio) o della propria anima (la femmina), ma significa, a un livello mentale, mettere in comunicazione i due "sessi" del cervello (il maschio/emisfero sinistro e la femmina/emisfero destro) attraverso una operazione artistica per i gradi di calore del fuoco alchemico: una sintesi sapiente di parole e immagini, di pensieri ed emozioni, di scienza e poesia, di immaginazione razionale e fantasia. 



Il Fuoco Naturale, domestico, quello "delle nostre cucine" , è il grado di calore minore che gli individui sperimentano nel rapporto di coppia. L'amore sessuale che si consuma all'interno del matrimonio completamente "chiuso" (il vas hermeticum) ha l'effetto di purificare il subconscio dalle pulsioni irrazionali istintive (maschili) e psichiche (femminili). 



Il secondo grado di calore alchemico è generato dal Fuoco Celeste proveniente dal mondo della della religione, della filosofia e dell'arte.

Il fuoco celeste ha il compito specifico di risvegliare le potenzialità della mente e di spingere l'alchimista a svolgere un lavoro di contenimento dei desideri e delle proiezioni. Anche dopo lunghi anni di pratica, addomesticare la mente resta un'impresa difficile.
La pratica dell'Arte ha il pregio di focalizzare la mente per lunghi periodi sull'opera da realizzare.

Il terzo grado di calore è dato dal Fuoco Segreto. L'alchimista trascende l'aspetto fisico-mentale modellato dal "martello" e può iniziare a riversare nel mondo il fuoco dell'arte che ha generato all'interno della coppa (l'emisfero destro). In questo stadio finale di purificazione, rivelazione e trasfigurazione dell'Ombra avviene un improvviso cambiamento di polarità tra i due emisferi. Ciò che si trovava nell'emisfero sinistro (coscienza dell'ego) si riversa nell'emisfero destro (coscienza dell'anima) e viceversa. 



L'inversione dei nodi magnetici rende il corpo calloso permeabile alle informazioni provenienti da entrambi gli emisferi. Si genera una speciale memoria in cui si sperimenta la trasfigurazione dell'Ombra nella Chiara Luce della Coscienza alchemica, per sua natura androgina,  maschio,  femmina (il Sè). 

Si ha il compimento finale della trasfigurazione dell'Ombra collettiva (l'iperconscio) nella beatitudine della conoscenza dell'esistenza reale (Sat), della conoscenza dell'universo mentale archetipo (Chit) e della conoscenza del Gioco della Coscienza (Chidvilasananda).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...