Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze, Norberto Bobbio

Pagine

Scopo del sito & Disclaimer

Condividi


Eventuali contributi dei lettori sono benvenuti; correzioni, aggiunte, nuovi articoli (di cui verra' riportato il nome dell'autore) ben trovati!

La riproduzione degli articoli è libera purché non sia modificato l'originale e se ne citi sempre la fonte e l'autore, laddove presente.

Quanto pubblicato e' stato accuratamente vagliato e cerca di rispettare la realta' storica; ad ogni buon conto concerne solo l'opinione degli autori, strettamente personale.

La responsabilità dei testi e del loro contenuto è unicamente dei rispettivi autori.

La memoria raccoglie, attualizza e riconsegna al quotidiano le nostre scelte, trasformandole in un’opera d’arte che si erige al cielo, in segno di adorazione.

La comunità è un divenire presente che, nell’agire, trasmette la coerenza delle sue radici: un sapere comune può trascinare verso l’alto e sviluppare la vita.
Nella stessa direzione si sviluppa la partecipazione, che è anche senso del futuro, e cammino interiore: la Torre dentro di noi ci permette di esplorare le regioni del cuore.
Noi percorriamo la nostra esistenza trasportati da nozioni, esperienze, testimonianze vissute da chi ha esplorato prima di noi il vasto territorio della conoscenza: non confondere i limiti del nostro territorio con i confini del mondo, ci ricorda il prezioso bagaglio che ci è stato affidato quando crediamo nel successo della nostra meta.
Il sapere è etica: conoscere se stessi apre alla disponibilità a condividere le capacità acquisite, vagliando autonomamente in una forma armonica le esperienze, che vengono ad essere inserite in una partitura comune.
Il Sapere rappresenta la perseverante lotta contro la dispersione e la dissipazione delle energie intellettuali, difesa della nostra specificità dagli influenzamenti conformistici esterni.

Il sapere è anche relazione, che di predispone ad dialogo e all’ascolto dell’altro, permettendogli di risuonare in noi; la responsabilità ne è la base: corrispondere, ascoltare e co-formarsi sono i verbi che consentono la trasformazione continua nella persona e nella comunità tutta.
La Torre che si erige verso l’alto è la dimora delle cose che arricchiscono; e la mente si arricchisce soltanto di ciò che il cuore dona alla stregua di un Albero che fruttificasse dai rami con la compartecipazione dei frutti e della luce del sole.

(c) 2010
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...