Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze, Norberto Bobbio

Pagine

Storia Contemporanea - Partiti e movimenti Inghilterra, Francia, Germania, Italia

Condividi
PARTITISMO E MOVIMENTI DEL REGNO UNITO


1) partito conservartore [NUCCA e Conservative Central Office; dal 1948: Swinton College e Youn Conservative] (Peel, Derby, Disraeli, Salisbury, Balfour/Chamberlain dopo il 1886 e la questione dell’home rule, Younger, Law, Baldwin, Neville Chamberlain, Winston Churchill, Woolton-Butler/Fife, Eden, MacMillan, Douglas Home, Heath)
> Quarto partito, 1880 (Gorst, Randolph Churchill)
> Primrose League, 1883 (R. Churchill/Gorst/Wolff)
> Liberal Unionists, marzo 1886 (Chamberlain/Hartington dopo la questione dell’home rule, Winston Churchill)
> Free Food League, 1903
> National Democratic Party - NDP, 1918 (Milner)
> National Liberals, gennaio 1922 (Lloyd Geroge fino al 1926)
> ultra-tories

> Research Department, 1928 (Davidson)

2) partito liberale ® a) whigs (Hartington)
> New Party, febbraio 1931 (Mosley)
> Liberal National Party, 3 ottobre 1931 (Simon)
> British Union of Fascists, 1932 (Mosley)

poi British Union of Fascists and National Socialists, 1936 (Mosley)

® b) liberals (Russell, Asquith, Lloyd George fino al 1922 e dal 1926, Winston Churchill dal 1904 post-unionista, Samuel, Grimond)
> Fronda liberale “la cava di Adulam”, 1865 (Lowe/Elcho)

® c) radicals
(Cobden, Bright/Mill, Gladstone, Rosebery, Chamberlain/Dilke, Harcourt, Campbell-Bannermann)
> London working men’s Association, 1836 (Lovett)
> National Liberal Federation - NLF, 1877-1886 (Joseph Chamberlain, Schnadhrost), fusa nel 1886 con la Liberal Central Association – LCA (Schnadhrost)
> Progressive Party [che ingloba il London County Council]

> Social Democratic Federation – SDF, 1884
> Fabian Society, 1884 (Shaw, Sidney, Webb, Wallas)


3) partito nazionalista irlandese (Parnell)

poi Sinn Fein

> Irish Republican Army - IRA

4) laburisti [National Executive Commitee – NEC] 
> Indipendent Labour Party - ILP, gennaio 1893 (Hardie)
> Labour Representive Committee – LRC, 1899 (Hardie, Henderson)

poi Labour Party – LP, gennaio 1906 (MacDonald/Snowden, Adamson, Henderson, Lansbury, Attlee-Morrison/Dalton/Cripps, Laskie, Gaitskell, Phillips, Wilson)

> National Labour Party – NLP (MacDonald)
> Movimento per la Liberazione delle Colonie, 1955 (Benn)

> Xyz Club, 1932 (Dalton)

· Trade Union Congress – TUC (Faether)
· The Rainbow Circle, 1893
· Women’s Social and Political Union - WSPU, 1903 (Punkhurst)

PARTITISMO E MOVIMENTI DELLA FRANCIA

1) monarchici/legittimisti/conservatori (tra cui parte di cattolici) (Guizot, conte di Chambord, Mac Mahon, De Broglie, de Mackau*, Vittorio Napoleone, conte orleanista di Parigi, Boulanger, Barres)
> bonapartisti (duca di Persigny, Ollivier, de Cassagnac*)
> non-partito Cercle des Reservoirs
> Opera dei circoli cattolici operai, 1871 (De Mun*)
> Union des droites, 1881 (de Mackau)
> Ligue des patriotes, maggio 1882 (Derouléde)
e sezione giovanile : Jeunesse Patriote – JP, dicembre 1924 (Tattinger)
> Action Français - AF, gennaio 1899 (Maurras)
> Partie Democrate Populaire – PDP, 16 novembre 1924 (Balanant-Simon)
> Ligue Republicaine Nationale – LRN, 1925 (Millerand)
> Croix-de-Feu, 1931 (La Rocque)
poi, doppo divieto di leghe, Partie Social Français, 1936 (La Rocque)
> Rassemblement du Peuple Francais - RPF, 7 aprile 1947 (De Gaulle)

> Centre National des Independents – CNI, 2 marzo 1952 (parte MRP-RPF-radicalì-UDSR) (Pinay, Laniel)
> Union pour la Nouvelle Republique – UNR, novembre 1958 (Devreè-Soustelle-Chaban-Delmas, Pompidou, Murville)
> Association pour la Veme Republique – A5R, novembre 1962 (Malraux-Da Gaulle)

poi Comitè d’Action por la Veme Republique – CA5R, marzo 1966 (Pompidou)
vs fronda Federation des Republicaine Independants - FRI, marzo 1966 (Giscard d’Estaing)

poi Union pour la Defense de la Republique – UDR, giugno 1967 (Murville)

> Organisation Armée Secrèt – OAS, aprile 1961 [questione algerina]

* = destra extra-sistema

2) cattolici (Piou, Aynard, Cochin)
> Droite Constitutionelle - DC, marzo 1890 (Piou),

poi Droite Republicain – DR, marzo 1893 (Piou)

> Unione de la France Chretienne – UFC, maggio 1891 (Keller-De Mackau)
> Sillon, 10 ottobre 1899 (Sangier)
> Action Liberale - AL, 5 aprile 1901 (Piou)

poi Action Liberal Populaire – ALP, 1902 (Piou/De Mun)

> Jeaune Republique - JR, 1912 (Sangier)
> Federation Nationale Catholique – FNC, 1925 (De Castelnau)
> Mouvement Republicaine e Populaire – MRP, 1944 (Bidault, Schuman, Lecaunet)

cattolici democratici =
> Nouvelle Equipe Français, 1938 (Bidault e Blondel)

> Centre Democrate - CD, 2 febbraio 1966 (Lecanuet)

poi Centre Progres et Democratie Moderne – PDM, giugno 1967 (Lecanuet)

3) repubblicani (tra cui parte di protestanti) (Frecynet, Waddington, Duclerc, Brisson, Boulanger, Goblet, Tirard, Fouquet, Luobet, Ribot, Poincarè, Casimir-Périer, Dubuy, Méline, Waldeck-Rousseau, Deschanel, Millerand, Tardieu, Laval, Doumer, Lebrun)
> Solidarietè Republicaine - SR, 4 novembre 1848 (Ledru-Rollin)
> non-partito Union Republicain – UR (Gambetta, Rouvier)
> non-partito Gauche Republicain – GR (Ferry, Grevy)
> Union des Gauches, 1885
> Comitè pour les reformes republicaines, 1894
> Alliance Democratique - AD, maggio 1901 (progressisti favorevoli al governo Waldeck-Rousseau, Carnot; da quando diventa centro-destra: Flandin, de Kerillis-Tardieu-Tattinger)
anche Bloc National, ottobre 1919 (Carnot-Piou) (aperture alla destra repubblicana e ai cattolici)

destra =
(Millerand, Laval)
> Federation Republicaine - FR, 1902 (ex opportunisti conservatori, Marin)
> Union Nationale d’Action Republicaine – UNAR, settembre 1919 (allargata a radicali e cattolici)
> Parti Republicaine National e Social – PRNS, 1930 (Tattinger)

centro sinistra =
> Alliance Republicaine Democratique – ARD, 1902 (Barthou-Poincarè-Caillaux)
poi spostata a destra (1GM)
> Partie Demnocratique Republicaine et Social – PDRS (Paul-Boncour)

radicali =
(Bourgeois, Brisson, Combes, Sarrien, Caillaux dal 1913, Doumergue, Debierre, Herriot, Saurrat, Daladier, Chautemps, Steeg, Marie, Queuille, Mendes France, Monnerville)
> sinistra radicale alla Camera, 1876 (Barodet), poi riassorbita, poi nuovo gruppo, 1881 (Barodet, Louis Blanc, Clemenceau)
> Alliance Socialiste Republicaine (amici di Clemenceau)
> Gauche Radicale, 1885
> Lega per i diritti dell’Uomo e del cittadino, 1889 (Clemenceau)
> Defense National, 1889
> Comitè central d’Action Republicaine - CCAR, 1894,

poi Comitè d’Action pour les reformes republicaines - CARR, autunno 1895 (dalla fusione con il più moderato Association pour les Reformes Republicaines - ARR, 1894)

> Ligue d’Action Republicain, 14 luglio 1900 (Desmons)
> Parti Republicaine Radical et Radical-Socialiste - PRRRS
> Ligue d’Action Republicaine et Socialiste (Mendès-France)


> Alliance Republicaine, 1914 (destra e radicali) (pro-legge su leva triennale)
> Federation des gauches, 1914 (Briand-Barthou-Millerand) (contro la legge su leva triennale)

> “Cartello delle Sinistre”, 6 febbraio 1924 (Alleanza con lo SFIO) (Herriot)

> Union Democratique et Socialiste de la Resistance – UDSR, 1944 (Mitterand, Pleven)
> Union des Forces Democratique - UFD, settembre 1958 (contro nuova Cost.) (Mitterand-Mendes France, Chatelet)
> Federation de la Gauche Democratique et Socialiste – FGDS, 1966 (Mitterand)

4) liberali (Mme De Stael, Thiers) ® esperienza breve

5) saint-simoniani (Enfantin) ® esperienza breve

6) socialisti (Malon, Millerand*,Briand*,Viviani*, Renaudel, Frossard, Blum, Loriot-Souvarine-Monatte, Longuet, Gouin)

a) maggioranza brousseriani
> Federation des Travaillerurs Socialists – FTS, 1883 (Brousse),

b) minoranza intransigente guesdiana
> Partie Ouvrier - PO, 1882 (Guesde)

poi Partie Ouvrier Français – POF, 1893 (Guesde)

> Partie Socialiste Revolutionnaire - PSR, 1898 (Vaillant)
> Partie Ouvrier Socialiste Revolutionnaire - POSR, ottobre 1890 (Allemane)

> scissione dell’Alliance Communiste – AC, 1896

> Unitè Socialiste Revolutionnaire - USR, 30 giugno 1901 (da unione delle 3 PSR-POSR-AC) (Guesde)

poi Parti Socialiste de France - PSDF, 1902 (Guesde)

> Parti Socialiste Francaise – PSF (Jaures-Briand)

poi Parti Socialiste Unifie – SFIO, 23 aprile 1905 (da unione PSF-PSDF) (Blum-faure-Auriol, Mayer, Mollet*, Deferre)
a) Vie Socialiste – VS (Ramadier-Renaudel-Deat) dx
b) Bataille Socialiste – BS
c) L’etincelle Socialiste – ES (vecchia tradizione allemanista)

> Comitè de Resistence Socialiste, dicembre 1920 (Guesde-Blum-Thomas)

> Partie Socialiste Autonome – PSA, settembre 1958 (contro nuova Cost.) (Mayer-Depreux)

poi Partie Socialiste Unifiè – PSU, novembre 1962 (dalla unione con la Union del a Gauche Socialiste – UGS)

> Comitato Intellettuale di Vigilanza Antifascista, 1935 (in risposta alla piazza di destra del 6 febbraio 1934)
> CEntre D’Etude et de la Promotion – CEDEP, 1966 (Mauroy)
> Centre d’Etude et de la Recherche Socialiste, 1966 (ala tecnocratica sindacale, manageriali, universitaria)

*idea della troisiem force (1947)

7) comunisti (Marralle)
> Partie Communiste Francais – PCF, 29 dicembre 1920 (Loriot-Sauvarine-Monatte, Treint)
> Partie Ouvrier et Paysan – POP, 1929
> Partie d’Unitè Proletarienne – PUP, 1932
> Fronte Popolare, 1936 (soprattutto per le elezioni) (Thorez)
> Gropue Ouvrier et Paysan Français, 1939 (51 deputati, dopo l’entrata in guerra : 3 settembre)

destra populista =
> Partie Populaire Francais, 1936 (Doriot)

* = socialisti « indipendenti » (non vogliono avere legami con socialismo operaio internazionale)

· non-partito centrista del Centre Gauche (~ 1873)
· Ligue de la Patrie Français, 1898 [colpevolisti] vs Ligue de l’Homme e du Citoyen, 1898 (Trarieux)
· Consiglio Nazionale della Resistenza, 1940-41 – coordinatore De Gaulle (Moulin, Bidault)
· Union Francais – UF, 1946
· Union de Defense des Commercants et des Artisan – UDCA, 1955 (Poujade)
· Convention des Istitution Repulicaine, 1965 (Mitterand)

PARTITISMO E MOVIMENTI DELLA GERMANIA

1) conservatori del Caffè Milani (con ala protestante e cattolica) (von Hallendorf, Bethman-Hollweg, Michaelis)
> “Frazione nuova-cosnervatrice”, 1872-73
> Doitch Konservative Partei – DKP o Partito Tedesco-Conservatore (PTC), 1876

centro-sinistra = > Liberi-Conservatori – LC, 1867 (Hohen-lohe Schilling-furste)
con DKP “Reichspartei” a livello imperiale

radicali = > Partito Socialista-Cristiano – PSC (Stoecker)
> movimento populista (1892)

> poi tutti uniti sotto il Partito Nazional-Popolare Tedesco - DNVP, 16-18 dicembre 1918 (Hegt, Westarp, Hugenberg)

> Partito della Patria – PP, luglio 1917 (Kapp)

2) cattolici 
> senza partito (collegamenti trasversali ai gruppi (Radowitz)
> Zentrum – Z, 1859 (Reichensperger) (non ancora partito)
> Zentrum – Z, 13 dicembre 1870 (Windohors, Lieber-Spahn-Hertling, Erzberger/Groeber, Fertenbach, Wirth, Marx, Bruning, Von Papen)

> Unione Cristaino Sociale – CSU, autunno 1945 (Muller)
> Unione Cristiano Democratica – CDU, dicembre 1945 (Adenauer, Erhard, Kiesinger)
ala sinistra = Arnold

> Parttito Popolare Bavarese - BVP

3) liberali
> centrodestra, centrosinistra, frazione Landsberg con forti tendenze anti-polacche, “sinistra in frac”, gli scissosi del centrosinistra)

di centro =
> Doitcher Nationalverein, 1859 (von Beniggsen)
> Partito del Progresso – PP (già presente nel 1861) (von Beniggsen)

di destra =
> Nazional-Liberali - NL, 1862-66 (Baumgarten, Miquel)
a sn = frangia dissidente del “liberalismo sociale”, 1896-1903 (Naumann/Weber)
a dx = fragia dissidente “imperialista” (Stresemann)

poi Partito Popolare Tedesco – DVP, novembre 1918 (Stresemann, Luther)

di sinistra =
> Partito Liberale Tedesco, 1884 (ricomposizione scissione 1881)
> Partito Liberale Popolare – PLP, 1893 (scissione dal “partito del progresso”) (Richter)

poi riunificazione col Partito Progressista Popolare – PPP, 1910 (von Payer, Scheidemann)

poi Partito Democratico Tedesco – DDP, 20 novembre 1918

> Partito Liberal-Democratico – FDP, dicembre 1948 (Maier-Heuss)

4) socialisti = > Associazione Generale degli Operai Tedeschi – DAV, 1863 (Lassalle)
> Partito Operaio Socialista Tedesco – SDAP, 7 agosto 1869 (Bebel-Liebeknecht)

poi unione con il DAV e Partito Socialista Operaio Tedesco – PSOT, 1875

poi Partito Socialdemocratico Tedesco - SPD, 1890 (Bebel-Liebknecht, Ebert, Legies, Scheidemann)

> SPD “indipendente” – USPD, 6-8 aprile 1917 (Haase/Dittman, Dauming-Crispien)

> riunificazione SPD-USPD = SPD, 1922 (Muller)

SPD, 6 maggio 1945 (Schumacher RFT e Grotewohl DDR, Ollenhauer, Schmid-Wehner-Erler, Brandt)

ala di centro-destra (Ebert)
ala di centro-sinistra (Bebel, Haase, Rhule)
> “gruppo di lavoro”, marzo 1916 (Haase/Kautsky-Eisner)
ala revisionista moderata (Bernstein)
ala revisionista radicale (Luxemburg/Mehring-Liebknecht)
> ”gruppo internazionalista”, dicembre 1915 (Luxemburg/Mehring-Liebknecht)

poi Lega di Spartaco – LS, 1 maggio 1916 (Luxemburg/Mehring-Liebknecht)

poi PCT – KPD, 1 gennaio 1919 (Paul Levi, Thalhaimer-Pieck-Radek, Fisher, Thalmann-Ulbricht)

poi Partito Socialista Unificato Tedesco – SED (Ulbricht-Pieck)

> piccolo partito KPD nella RFT

5) nazismo = Partito Nazional-Socialista – NSDAP (Hitler, Ludendorff, Hitler)

ala sinistra = Strasser

6) nazismo = Doitch Volkische (Partito Nzionale Tedesco della Libertà) – DVFP (Graefe-Henning)

· blocco nero-blu conservatori-Z contro riforma fiscale von Bulow, dicembre 1908-1912
· Comitato Intergruppi Parlamentari – CIP, 17 luglio 1917 (Von Payer-Scheidemann)
resistenza interna al nazismo =
· Società del Merdcoledì, 1932 (Groener-Popitz, Von Hassel-Beck)
· Circolo di Kreisau (von Moltke)
· giovani studenti
· militari (von Stauffenberg)

PARTITISMO E MOVIMENTI DELL’ITALIA

1) conservatori/Destra storica (Carlo Alberto, De Launay)
> ala moderata = D’Azeglio, Cavour, Ricasoli, Farini, Minghetti* La Marmora, Spaventa
> ala di sinistra e centro = Terzo Partito – TP (Mordini-Correnti)
> ala liberale = Rudinì, Sonnino

· Associazione Liberale Permanente – ALP dei deputati piemontesi
· Consorteria, collaborazione deputati emiliani-toscani
· Associazioni Costituzionali – AC, marzo 1876 =>
· coordinamento delle AC nella Federazione Cavour – FC, 1887-gennaio 1891 (Bonghi, Colombo, Alfieri di Sostegno)

· Associazione Nazionalista Italiana – ANI, dicembre 1910 (Corradini e “L’Idea Nazionale”, Sighele)
· Blocco Nazionale delle Libertà – BNL - lista elettorale liberale per la costituente, 2 giugno 1946

> Movimento Sociale Italiano – MSI, 1947 (Mrsanich-Almirante)
> Partito Nazionale Monarchico – PNM (Lauro-Covelli)

2) cattolici

intransigenti =
> Azione Cattolica (dal marzo 1915 Dalla Torre-Sturzo)
> Opera dei Congressi – OC, 1874 (don Albertario, “Osservatore Cattolico”)
> Unione Cattolica per gli Studi Sociali – UCSS, 29 dicembre 1889 (Toniolo-Albani)
> Unione Economica e Sociale – UES (Toniolo)

transigenti = Rossi-Lampertico-Breda-Grabinski
> ala moderata = Meda
> Federazione Universitaria Cattolica – FUCI, febbraio 1895 (Murri, “Vita Nova” e “Cultura Sociale”)
> Democrazia Cristiana – DC, 1899-1900 (Murri)
> Unione Elettorale Cattolica - UEC, 1906 (Meda, Gentiloni)

liberali ex- giobertiani =
· “Rivista Universale”, 1866
· “La Rassegna Nazionale”, 1879 (Da Passano)
· “Il conservatore”, 1878 (Stuart su suggerimento Jacini)

> Partito Popolare Italiano – PPI, gennaio 1919 (Sturzo, De Gasperi)
destra = Gemelli
centro sturziano cristiano sociale moderato = Meda-Micheli-De Gasperi
sinistra = Miglioli-Ferrari-Donati

poi Democrazia Cristiana – DC (De Gasperi, Pella, Fanfani, Scelba, Zoli, Segni, Moro, Tambroni, Rumor)
destra = Comitati Civici – CC (Gedda), Pella, Scelba, Zoli
sinistra dossettiana = Dossetti, La Pira, Fanfani

poi

destra clericale appoggiata dal Vaticano e dal cardinal Ottaviani
destra = Pella-Andreotti di “Primavera”
centro del gruppone del vecchio notabilito degasperiano
sinistra fanfiana di Iniziativa Democratica + giovani introno a De Mita
scissione della sinistra fanfiana nei dorotei = Taviani-Gui-Cossiga-Moro-Rumor

> Unione Nazionale – UN, giugno 1922 (Cornaggia)
> Destra Nazionale – DN, aprile 1923 (Cavazzoni)

· Lega democratica nazionale, 1906 – elezioni 1909

3) liberali (Rattazzi, Giolitti, Luzzati, Giolitti, Salandra, Boselli, Orlando, Bonomi)

> destra di Rudinì
> centro di Sonnino
> sinistra di Zanardelli
> gruppi di pressione per la difesa di interessi e culture regionali = “destra lombarda” di Colombo

> Democratici Costituzionali - DCOST, 1904 (Zanardelli)

poi Sinistra Democratica - SD, 1904 (Zanardelli)

> Partito Democratico Costituzionale Italiano - PDCI, 1913

> Unione Parlamentare Giolittiana - UPG, 1917 (Giolitti)
> Fascio Parlmentare per la Difesa Nazionale – FPDN, 1917 (Pantaleoni)
> Partito dei COMBattenti - PCOMB, 1919 (Lussu-Salvemini)

ala liberale radicale =
> Partito Radicale – PR, 1904 (Sacchi vs Marcora, Sacchi-Credaro-Nitti, Murri-De Viti de Marco-Ruini/Beneduce)

unione PR-PSRI radicali-socialisti riformisti di Bissolati, 1920-1921 =
> Democrazia-Sociale – DS (Ruini-Beneduce, Bonomi) VS PL

poi fusione con Democrazia Liberale, 25 novembre 1921

poi Democrazia del Lavoro – DL, 1942 (Ruini, Bonomi-Ruini)

> Partito democratico Liberale – PL (vecchie guardie e vecchia sinistra costituzionale)

> Unione Nazionale delle Forze Liberali e Democratiche - UFLD, novembre 1924 (Amendola)
poi Unione Nazionale – UN2, giugno 1925 (Amendola)

> Partito Liberale Italiano – PLI, 1943 (Croce, Malagodi)

> scissione dalò PLI di un effimero “partito radicale” progressista ininfluente in termini di voti ma molto sull’opinione pubblica col Mondo e L’Espresso

· Fronte Uomo Qualunque - FUQ, 1945-46 (Giannini)
· Unione Democratica Nazionale – UDN – lista elettorale liberale per la costituente, 2 giugno 1946

4) Sinistra storica (Depretis, Depretis-Minghetti*, Giolitti, Pelloux, Saracco, Zanardelli, Fortis)

> Unione Monarchico-Costituzionale - UMC * (Depretis-Minghetti)

> ala radicale = Cairoli-Zanardelli, poi Pentarchia Crispi-Nicotera-Cairoli-Zanardelli-Baccarini*

· sinistra “meridionale” (Crispi-Nicotera)
· sinistra “giovane” (De Sanctis-De Luca)
· Associazioni Progressiste – AP, marzo 1876

* trasformismo, maggio 1883

5) democratici/repubblicani

> Comitato Nazionale Italiano – CNI, 1850 (Mazzini)

poi “Partito d’Azione” – PA, 1853 (Mazzini)

> Partito Nazionale – PN, ottobre 1855 (Manin/Pallavicino/Garibaldi)

poi Società Nazionale Italiana – SNI, 1857 (La Farina-Manin-Pallavicino-Garibaldi)

> Consociazione delle Società Democratiche Romagnole – CSDR, 1 ottobre 1865

poi Consociazione Repubblicana delle Società Popolari Romagnole – CRSPR, 25 febbraio 1872

> Alleanza Repubblicana Universale, 1866

> Partito repubblicano Italiano – PRI, 2 aprile 1895 (Conti-Pacciardi, La Malfa)

> Concentrazione antifascista, 1927
poi Giustizia e Libertà - GL, 1929 (Rosselli-Lussu)
poi Partito d’Azione – PA, luglio 1942 (Rosselli-Lussu, Salvatorelli, Parri) => questa volta liberal-socialista

spaccato il 4-8 febbraio 1946 an ala lamalfiana PRI e ala lussuviana PSIUP

6) socialisti/Estrema Sinistra

ala moderata (dopo luglio 1912) =
> Partito Socialista Riformista Italiano – PSRI, luglio 1912 (Bissolati)

> Federazione Italiana della Associazione Internazionale del Lavoratori – FIAIL, 4 agosto 1872
> Partito Socialista Rivoluzionario di Romagna – PSRR, agosto 1882 (Costa)

poi Partito Socialista Rivoluzionario Italiano – PSRI, luglio 1884 (Costa)

> Partito Operaio Italiano – POI (Gnocchi-Viani)
> Partito dei Lavoratori Italiani - PLI, 14 agosto 1892 (Turati-Kuliscioff-Prampolini)

poi Partito Socialista dei Lavoratori Italiani – PSLI, settembre 1893 (Turati-Kuliscioff-Prampolini-Gnocchi-Viani-Treves-Giuffrida/Bosco-Costa)

poi Partito Socialista Italiano – PSI, settembre 1897 (Turati-Treves, Ferri-Morgari, Bissolati, Turati-Treves, Lazzari/Mussolini, Serrati, Serrati-Turati8-Modigliani)
all’inizio:
a) destra riformista = Bissolati-Bonomi
b) centro di Ferri
c) centro moderato Cabrini-Morgari
d) dibattito pro-suffragio universale Modigliani-Salvemini
e) Turati

poi Partito Socialista Unitario Italiano – PSUI, 1 ottobre 1922 (Turati-Treves-Matteotti, Nenni)
NB. - unione tra massimalisti e riformisti nel 1930 durante l’esilio fascista a Parigi
- patto d’azione coi comunisti nel 1934 durante l’esilio fascista a Parigi

poi Partito Socialista di Unità Proletaria – PSIUP, dalla fusione con il movimento UP di Basso (Nenni/Lussu, Nenni)
ala destra autonomista = Saragat
ala di centro-cerniera = Pertini-Silone
ala di sinistra –fusionista con PCI = Nenni-Basso-Morandi

poi di nuovo PSI, 9 gennaio 1947 (Nenni)
sinistra politica = Vecchietti
sinistra ideologica = Basso

poi fusione PSI-PSDI e Partito Socialista Unificato – PSU, 30 ottobre 1966 (nenni)
dal luglio 1969 i due partiti torneranno separati

> scissione del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani - PSLI, 9 gennaio 1947 (Saragat-Matteo Matteotti)

> unione nel Fronte Popolare – FP, per le prime elezioni della I Legislatura del 18 aprile 1848 PSIUP-PSLI

> nuova scissione di Romita nel maggio 1949

> Partito Socialista Democratico Italiano - PSDI, marzo 1951 (Saragat-Romita)

> scissione del gruppo di Unità Popolare, gennaio 1953

> scissione Nuovo PSIUP, gennaio 1963

ala sinistra radicale = (Cavallotti, Sacchi-Romussi, Lerda)
> Lega della Democrazia – LD, aprile 1879 (Cavallotti)
> Fascio della Democrazia – FD, 1883 (Cavallotti-Costa-repubblicani contro l’astensionismo, Musini/Lazzari/Turati-Kuliscioff)
> movimento di Unità Proletaria – UP (Basso)

scissione dal PSI =
> Partito Comunista d’Italia – PCD’I, 21 gennaio 1921 (Bordiga-Terracini, Gramsci, Amendola)

poi Partito Comunista Italiano – PCI, 15 maggio 1943 (Togliatti, Longo)
dopo morte Togliatti =
destra di Amendola
sinistra di Ingrao

> Comitato Socialista-Rivoluzionario, maggio 1902 (Labriola)
> gruppo de “L’Unità” con Salvemini, 1910 + rivoluzionari Lazzari-Mussolini
> Unione Sindacale Italiana – USI, novembre 1912 (De Ambris-Corridoni)
> Unione Nazionale del Lavoro – UNL, 1914 che si stacca dall’USI per avere posizioni interventiste in guerra (De Ambris)
> Fascio Autonomo di Azione Rivouzionaria, 24 novembre 1914 (Mussolini e “Il Popolo d’Italia”)
> Fasci di COMBattimento - FCOMB, 23 marzo 1919 (Mussolini)
poi Partito Nazionale Fascista – PNF, 7-11 novembre 1921 (Mussolini, Mussolini-Farinacci, Mussolini-Augusto Turati)

fusione con l’ANI, 26 febbraio 1923

anarchici = Bresci, Gori

· “Brigate Garibaldi”, 1945
· Brigate “Giustizia e Libertà”, 1945 (Carlo e Nello Rosselli): inscrivibile nel PA
· CLN, 28 gennaio 1944 con CLNAI (Cadorna/Parri-Longo)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...