Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze, Norberto Bobbio

Pagine

Diritto internazionale 3

Condividi
(Uno dei migliori manuali di diritto internazionale lo trovate qui)

LE FONTI PREVISTE DA ACC: 1) LE OI, 2) CASO ONU, 3) GLI ISTITUTI SPECIALIZZATI DELLE NU, 4) LE COMUNITA’ EUROPEE E L’UE, 5) L’OCSE E IL CONSIGLIO D’EUROPA


· 1) LE OI: tr non contengono solo reg mat ma anche formali o strum: che istituiscono ulteriori procedim o fonti di produz di altre norme; settore oi abilitato da tr istitutivo ad emanare dec vincol per St membri: “fonte di terzo grado prevista da acc”
· Gli St, anche quelli che dich voler potenziam oi, in realtà restii a dotarle di pot vinc e limitare loro sovranità: il num delle oi oggi è impressionante, ma solo alcune di esse dispongono di vero pot dec: il loro compitonon è quello di emanare norme, ma quello di facilitare la collaboraz fra St membri
· Att oi si svolge spesso in fase che ha scarso val giurid: a) mera predisposiz di Progetti di Conv che poi St sono liberi o no di tradurre in norme, e b) racc: valore esortativo non vinc, anche se è cmq att imp: i Gov sono infatti costretti a negoziare apertam, in un clima che favorisce superam del particolarismo st, verso coop e solidarietà
· Le ris oi sono spesso prese a magg, magari qual; non rara è l’unanimità; si è andata poi diffondendo la pratica del consensus: “approvare ris senza votazione formale, ma con dich – concertata e non contestata – del Porgano che attesta acc

· 2) ONU: fondata post-2GM da St vs potenze Asse, e prese il posto della SdN, grazie a [Conf Sfrancisco 1945] che ne elaborò Conu, contenente “procedim ammissione” [art 4 Conu 45]; via via membri quasi tutti St mondo, no Svizzera
· [art 7 Conu 45]: organi ONU: tutti collegiali (AG, CS, CES, CAF) tranne CIG-SG (no manifestaz volontà St!):
a) Ass Gen: comp vastiss ratione materie, coincid con comp intera oi, ma quasi nessun pot vinc, sono rappresentati quasi tutti St con pari dir di voto
b) Cons Sic: 15 membri di cui 5 permanenti (Usa, Rus, Cina, UK, Fr) con dir veto; comp limitata ratione materie, occupandosi soltanto di questioni attinenti a matenim pace e sicurezza int; è organo di maggior rilievo
c) Cons Ec Soc: compos da membri eletti da AG per 3 anni ; subordin a AG : deve seguirne dirett e, a volte prep atti
d) Cons Ammne Fiduc: ora senza lavor, prima controllava territori di tipo coloniale, come CES è subordin a AG : deve seguirne dirett e, a volte prepararne atti poi formalm adottati da AG
e) CIG : 15 giudici ; a) funzione di dirimere controversie fra St, b) funz consultiva : pareri
f) Segretariato : è meglio dire Segretario Gen, nominato da AG su proposta CS ; è organo esecutivo ONU
· Ma [art 7 Conu 45] prevede anche che organi sussidiari possano essere istituiti “ove si rivelino necessari”: dal 45 ad ogii sono numerosissimi, ma non dotati di pot vincolanti; soprattutto nel campo della collaboraz ec: fitta rete di organi con compito di promuovere sviluppo Paesi arretrati e riduzione vivario St ricchi/pov: a) UNCTAD: formalm organo sussidiario AG, ma che strutturalm è una sorta di orgne nell’orgne (Conf NU sul Comm e lo Svil), b) UNDP: struttura simile all’Unctad ma con compito di approvare programmi naz di svil presentati da singoli St (Progr NU per lo Svil), c) UNICEF: Fondo delle Nu pre l’infanzia, d) UNHCR: Alto Commissariato per i rifugiati, e) UNITAR: Istituto delle NU per Insegnam e Ricerca, f) UNEP: Programma delle NU per l’Ambiente
· È più facile indicare materie di cui Onu non può accuparsi che quelle di sua comp: [art 2p7 Conu 45]: “questioni che appartengono assenzialm alla comp interna di uno Stato”
· Tre grandi settori di comp dell’Onu: 1) matenimento della pace [nascita], 2) sviluppo rel amichevoli fra St fondati sul rispetto del princ “dell’eguaglianza dei dir e dell’autodet dei pop” [1950-60] , 3) collaboraz in campo ec, sociale, culturale, umanitario [post-anni60]; oggi torna a manifestarsi [post-crollo Urss,GF] certo impegnoOnu per mantenim pace
· All’ampiezza fini Onu non corrisp però pot vinc: sopratt per AG che non è Ass Legisl, ma foro dove si discute, lo stesso CS ha a tut’oggi una serie di comp che sfociano solo nell’emanz di racc
· Decisioni vinc AG [art 17 Conu 45]: a) “pot di ripartire fra gli St membri le spese dell’orgne, ripartizione approvata a maggior 2/3 che vinc tutti St”, b) comp di decidere vinc circa le modalità e i tempi per la concessione dell’indipend ai territ sotto dominio coloniale; siffatta comp non trova fondam in una norma Conu ma consuetudinaria
· [art 19 Conu 45]:; sanzione per violaz art17Conu45: “St in arretrato di due annualità di contrib non ha dir voto in AG”
· che cosa si intende per “spese dell’orgne” è questione dibattuta allorché St si rifiutarono di partecipa per motivi pol (e non ec) alle spese matenim a) Forze di Emergenza delle NU in MO (UNEF), e b) Forze delle NU in Congo (ONUC): St tra cui Urss + St socialisti + Fr sostennero che loro rifiuto era giuridicam fondato perché: a) non si tratta di spese ord ma straord, b) le delibere che avevano dato luogo a spese erano state prese illegittimam, c) attribuendo ad AG il pot di ripartire qualsiasi spesa, si sarebbe finito per riconoscerle funzioni di super-Gov mondiale; rifiuto di contribuire permase nonostante [par CIG 62] su richiesta AG e sfavorevole a contestatori; questi finirono con vincere partita quando sembrò che tale controversia minava vita stessa Onu dopo che non si riunì quasi per nulla nel 1964 per non appl art19Conu: con [Ris 1965] si decise unanimem che “spese Unef/Onuc saranno pareggiate con contributi… volontari”
· decisioni vinc CS [cap VII artt 39 ss Conu 45]: “Azione rispetto a a) minacce pace, b) violaz pace, c) atti di aggressione”: a parte [art 42] secondo cui “CS può intraprend azioni di tipo bellico contro uno St o anche all’interno di uno St”, meritano attenz sanz [art 41 Conu ex-art 16 Patto SdN]: “il CS ha i lpot di dec quali misure non implicanti l’uso della forza armata debbano essere adottate dagli St membri”, post-comportam illecito vs titolo capVII esterno o interno: anzi è soprattutto nei conflitti interni che Cs interviene per tutelare popolazione civile
· [durante GF] il CS raram emise dec vinc, limitandosi a raccomandare misure riport all’art41, e quindi lasciando libera adoz; in realtà uniche ris vinc in art, oggi abrogate, sono: a) [Ris 232/66 e 253/68] vs Rhodesia Sud: isolamento totale del Gov razzista rodesiano, e b) [Ris 418/77] vs Sud Africa: divieto di qualsiasi fornitura di armi al Gov sudafricano
· [dopo fine GF] il CS decise di intensif azione in base ad art41: [Ris 661/90 vig]: embargo (interruz import/export) e no relaz ec con Iraq, b) [Ris 757/92]: condanna interventi nella Rep Jug in Bosnia Erzeg, adozioni sanz ec vs rep Jug, c) [Ris 1992 e 93] vs Libia per rifiuto consegna terroristi, d) [Ris 1996] vs Sudan dopo morte Mubarak, e) [Ris 1997] vs Sierra Leone, f) [Ris 1999] vs Al Qaeda
· ovviam sanzioni sono state di volta in volta revocate o sospese quando sono cessate le ragioni per la loro adozione

· 3) GLI ISTITUTI SPECIALIZZATI DELLE NU: un gran num di orgni universali assumono il nome di Istituti Specializz delle NU, in quanto sono coordinate da queste ultime e ne subiscono un certo pot di coordinam e controllo; trattasi però di orgni autonome, sorte da tr del tutti distinti dalla Conu, ed i cui membri solo in linea di massima coincidono con i membri Onu
· collegam IS/NU nasce da un acc che le due stipulano – in base [art 57 Conu 45] e che dal lato Onu è negozito dal CES e approvato dall’AG; imp di tale acc di collegam e della attribuì di IS, sta soprattutto nella conseguente applicabilità norme Conu che si occupano di loro e stabiliscono coord/controllo
· si è discusso in dottr circa la natura di tali acc di collegam: è dubbio se tali conv sono veri e propri acc int; per [CONFORTI] è piuttosto un complesso di norme che per la volontà della Conu e acc istitutivi vanno a formare “parte integrante” dell’una e degli altri: la loro violaz da parte IS/Onu non è perciò come vera e propria inadempienza contrattuale
· anche IS emanano o a) racc, o b) progetti di conv (come Onu), ma in alcuni casi anche c) dec vinc per St membri, o meglio: dec che divengono vincolanti se gli St non manifestano entro certo periodo di t la volontà di ripudiarle: tali decisioni sono fonti previste da acc (acc istitutivo) , e si occupano spesso specificam di materie eminentemente tecniche
· oltre a funz normat, IS svolg anche funz operative: intensi sono collegam con Onu x coop e svilup, specialm con UNDP
· 1) [FAO, 1945]: ha assorbito funz del vecchio Ist Int di Agricoltura del 1905
· organi: a) Conferenza: un delegato per ogni St membro; sessione ordin ogni 2 anni
b) Cons: formato in seno a Conf e composto da 18 membri eletti, con c) Direttore Gen
· funzioni: ampie: da att di R ed informaz, a promoz e esecuz programmi di assistenza tecnica e aiuti agricoli e alimentari
· 2) [ILO – Orgne Int del L, 1945]: fondata con tr di pace che chiusero 1GM (Vresailles, St Germani, Trainon), ma al momento dissoluz SdN gli furon fat varie modif allo scopo di tagl legami con vecchia Orgne Mond e ricrearli con Onu
· organi: a) Conferenza Generale: organo assembleare con composiz sui generis: ogni St partecipa con 4 rappres di cui 2 il Gov, 1 i datori di L, 1 i Lavoratori; poiché ogni delegato dispone di un voto, le maggioranze possono affermarsi per categorie anziché che per intese fra Gov; la Conf tende a prendere deliberaz per consensus
b) CdA: composizione più ristretta
c) Ufficio Int del L, con a capo d) Direttore Gen: funzioni di Segretariato
· funzioni: racc e progetti di conv in materia di L; i Progetti di conv vengono comunicati a St membri che sono liberi di ratificarli, ma hanno l’obbligo di sottoporli entro un certo termine a organi comp per ratifica: si cerca in tal modo di facilitare conclusioni conv int, lasciando però ultima parola a St membro e non ad Orgne
· 3) [UNESCO]: si propone di diffondere cultura e conservare il patrimonio artistico
· Organi: a) Conf Gen: ogni St membro può farsi rappr da non più di 5 delegati, ma dispone di un solo voto
b) Comitato Esecut: composto da 18 rappr eletti dalla Conf; c) Segretariato
· Progetti di conv – come ILO – devono ess posti entro certo termine a rgani comp a ratifica, salva la libertà di ratificarli
· 4) [ICAO]: lo Statuto autorizza il Cons ad emanare, sotto forma di all alla Conv, tutta una serie di disposiz rel al traffico aereo, alle zone di atterraggio,…; gli all. sono adottati con > 2/3 ed entrano in vig per St membri 3 mesi dopo adozione, tranne nel caso di notifica di disapprovaz della > degli St membri stessi
· in questo caso siamo di fronte a vera fonte di norme int a caratt tecnico: atti che vinc tutti St membri, anche dissenzienti
· 5) [OMS]: obiettivo principale: conseguimento del livello più alto di salute per tutti i popoli; dispone sempre di certo potere vincolante, sempre a carattere tecnico
· 6) [IMO – Orgne Marittima Int, 1958]: si occupa dei probl rel a sicurezza e efficienza traffici marittimi
· 7) [WMO – Orgne Mond Metereologica]: i suoi regolam non vinc St membri
· 8) [UPU – Unione Postale Mond]: i suoi tegolam non vinc St mebri
· 9) [ITU – Unione Telecomunicaz Int]: sistema più complesso dei due prec, orbene assai imp: le revisioni periodiche dei regolam ammvi, adottate a > sempl, vinc tutti St membri, a meno che manifestino opposizione durante adozione
· 10) [FMI, 1944 B Woods]: si propone di promuovere collab monetaria int, stab cambi, eq varie bilance pagam; St mebri possono ricorrere a riserve Fmi secondo regole precise e nel limite quota sottoscritta per procurarsi valuta estera per migliorare bilancia pagam; la valuta è acquistata com M nazionale e va restituita con stessa M entro t da 2 a 5 anni
· organi: a) Cons dei Governatori: organo deliberante orgne, composto da 1 Governatore e 1 supplente nominati da St mebro, e delibera non in base a St/voto, ma in relaz a quote capitale sottoscritte
b) Executive Board: funzioni esecutive, e c) Direttore Generale
· Fmi è contestato dai Pvs che pure ne fanno parte e negli ultimi anni hanno ricevuto più aiuti: sia per la questione della ponderaz dei voti, sia per la concessione della valuta a St in difficoltà
· Fmi ha subito 3 emendamenti: 1 Am – creaz “Dir Speciali di prelievo”: una sorta di M del Fmi procurab sempre in rapporto a quota versata, ma non utilizzabile, ma dà dir a procurarsi M corrente per lo stesso valore nei pagam int (prima rapp all’oro, oggi ad un paniere di monete); 2 Am – accrescere assistenza Paesi in difficoltà e innovazioni in Fmi, tra cui [necessità post-1971]: abrogaz ù, già avvenuta di fatto , del regime di cambi fissi; 3 Am – previsione sanzioni che non ottempera a obblighi Statuari
· 11) [BI per Ricostruz&Sviluppo, 1944 B Woods]: suo scopo princ è concessione mutui a St membri
· affiliati alla BIR&S vi sono altri due IS: a) Soc Finanziaria Int, b) Assne Int per lo Sviluppo
· 12) [Fondo Int per lo Sviluppo Agricolo, 1977]: ente finanziario int che contribuisce con aiuti e prestiti allo sviluppo dell’agricoltura nei Paesi poveri; ¹ è il peso del voto dei vari St membri: il Consiglio dei Governatori, organ odeliberante, è sotto il controllo dei PVS, comprensivi dei paesi dell’OPEC che sono sottoscrittori del 2/5 del K, è che dispongono delle > per adozione delibere; perciò il FISA è un’orgne nata sotto il “NOEI”, anche se in realtà l’ente per le sue operaz deve attingere ai contributi dei Paesi più ricchi
· 13) [WIPO – Orgne Mond per la Proprietà Intellettuale]
· 14) [UNIDO – Orgne per lo Sviluppo Industriale delle NU]: organo sussidiario dell’AG ONU (innovazioni,…)
· 15) [AIEA, 1957]: promuove lo sviluppo e la diffusione delle applicaz pacifiche dell’energia atomica; non ha qualifica di IS perché ha legami con AG e CS, e non – come tutte – con AG/CES; ma ha cmq con le NU un acc di collegam (57)
· 16) [WTO – OMC, 1994]: del tutto indipendente dalle NU, per la prima volta nella storia oi il suo Statuto non contiene nemmeno accenno a Conu, è importantissima per le funzioni svolte
· organi: a) Conf Ministeriale: tutti im embri sono rappresentati; riunione ord: almeno ogni 2 anni
b) Consiglio Generale, e c) Segretariato
· funzioni: veglia su esecuz di tutta una serie di acc post negoziati multilat in materia di commercio, e che sono annessi allo Statuto come parti integranti di quest’ultimo: trai più imp vi è il GATT
· lew dec sono vinc: con esse si può fornire si interpretaz norme Statuto, sia dispensare, eccezionalm e per periodo limitato, uno St membro dall’osservanza delle norme medesime
· campo tutela Ambiente: in questo si chiamano “organismi” in quanto i tr che li prevedono non danno luogo a vere e proprie orgni distinte da St membri, non si hanno organi permanenti, eccezion fatta per un Ufficio di Segreteria
· ma in vari casi in presenza di materie tecniche si può adottare a > 2/3 dec vincolanti per tutti St contraenti, di solito sotto forma di all al tr istitutivo (come Icao o Oms): esse, derivando forza vinc dal tr istitutivo, sono NormeInt3Grado
· tr riportabili: a) [Conv Londra 1972 sulla prevenzione dell’inquinam marino], b) [Prot Montreal 1987 a CV 85 per la protezione della fascia di ozono]

· 4) LE COMUNITA’ EUROPEE E L’UE: 3CE (ex-15 oggi 25): 1) [CE - ComEu, 1957 tr Roma, dal 93 CEE], 2) [CECA – ComEuCarbAcc, 1951], 3) [EURATOM – ComEuEnAtomica, 1957 tr Roma]; atti vinc destinat, e azioni attr organi comuni
· ai trattati comunitari si ispira il [Patto andino] concluso da alcuni Paesi Usa latina: più volte modificato, istituisce Unione Doganale tra St membri, e come 3CE, ha scopi di integrazione economica
· modifiche signific tr istitut 3CE: a) [Atto Unico, 1 lugl 1987], b) [Tr Maastricht su UE, 93], c) [Tr Amsterdam, 99]
· modifiche non significative: d) [Tr Nizza 2000vig2003]
· tutti i tr tendono a rafforzare e estendere integrazione tra St membri
· tr Maastr ha dato avvio a Ue: [art 1 Tr Maastr 93]: “l’UE si fonda (1) sulle 3CE e su azioni comuni in (2) pol estera e di sicurezza e su cooperazione tra St membri nel settore della (3) giustizia e affari interni” (3 pilastri); ma modifiche più imp riguardano funzione Parlam, creazione di cittadinanza europea, libertà di circolaz e soggiorno su territ comunit, e €
· [Tr Amsterdam 99]: rinumerazione artt TrCE e Tr Maastr, ma no introduz novità di gran rlievo; ma insieme a [Tr Nizza 00vig03] previsione di “cooperaz rafforzata”: limitare ad alcuni St membri una integrazione più stretta: “Europa a più velocità”: completam con [acc Schengen 85]: no ratifica di tutti St, ma “soppressione controlli a frontiere”
· delle 3CE, la CE è senza dubbio la più imp : altre sono orgni settoriali: a) CECA: scopo attuazione del mercato comune solo per settore carbosiderurgico; b) EURATOM: merc com per materiali e attrezzature per produz energia atomica a scopi pacifici; c) CE: orgne che investe tutta vita ec soc St membri: libera circolaz: 1) merci 2) persone 3) servizi 4) capitali, + norme per concorrenza (antitrust)
· integrazione economica con alla base unione doganale ≠ Zone di Libero Scambio: queste a differenza delle Unioni Doganali sono caratterizzate solo da abbattim barriere doganali fra St membri (e non anche istituzione tariffe doganali comuni verso St terzi): es di ZLS in Europa [EFTA 1960] e in Usa Nord [NAFTA vig94 Canada-Mexico-Usa]
· gran parte norme TrCE elastiche, generiche e programm: lettera morta se organi comun non le mett in prat con loro atti
· 3CE sono giuridicam vere e proprie oi o embrioni/frammenti di St federale on erosione sovranità statale? Hanno elementi che non si trovano in nessun altra oi, e fra i princ del dir comunit ve ne sono alcuni propri del vinc federale: primo fra tutti il princ di prevalenza del dir comunit sul dir interno; ma nonostante ciò le 3CE restano delle oi sia pure sofisti-cate: ciò è rafforzato dal fatto che la più imp, la CE, centro del pot decisionale comunit, è composta da Esecut Nazionali
· Gli organi comuni alle 3CE sono 5:
1) [Commne]: organo composto da individui (20) nominati di comune acc tra St membri, e non da St: le persone che siedono a titolo personale hanno l’obbligo di non ricevere istruz da Gov: altra ≠ da oi i cui organi sono composti da St: “enti sopranazionali”, e non solo internaz;
nella CECA la Commne è l’organo decisionale effettivo, competente ad emettere atti vinc; nella CE e nell’EURATOM il rapp è rovesciato: l’organo deliberante è il Cons mentre Commne ha pot esecutivi e di iniziativa: dunque con la CE i pot de tornano nelle mani degli St essendo sottratti all’organo composto da individui (regresso rispetto alla sopranazionalità); cmq pot decis in mano ad individ può lasc perplessi: possib solo per orgni settoriali come la CECA
2) [Consiglio]: rappresentati ex-15oggi25 St membri, presieduto a turno da St ogni 6 mesi; di solito ne fanno parte,volta per volta, i Min competenti per la questione all’odg;
al Cons è venuto a sovrapporsi il [Cons Europeo] nato dai Vertici dei CdS e di Gov seduti a partire da fine anni ’60 e imp [vertice Parigi 74]in vig con [Tr Maastr 93], composto da CdS e di Gov + Pcommne; compito del ConsEu è quello di dare all’UE e quindi anche alle 3CE “l’impulso necessario al suo sviluppo”; ad es con [ConsEu Hannover 1988] si decise di mettere allo studio l’unione economica e monetaria
3) [Parlam Eu 1979]: nato nel 79 da rappresent popoli St membri con elez suffr univ e diretto; non è organo legislativo anche se con AttoUnico87 e TrMaastr93 gli è stata ric una certa partecipaz legislativa comunit; ha princ funzione di controllo pol sulle altre istituì comunit che si esplica attraverso l’esame dei rapp che organi sono tenuti a sottoporgli; ma ad avere ultima parola è sempre Cons: a) se è unanime può adottare atto anche contro parere Parlam, anche se ciò può avvenire solo in seconda lettura dopo eventuali emendam del Parlam, b) invece nella procedura di codecisione Parlam può bloccare azione Cons a > assoluta: complicata con varie fasi tese ad acc Parlam/Cons anche tramite un Comitato di Coniliazione; con [Tr Amsterdam] tale procedura è divenuta quella normale, non solo 1) per materie Tr Maastr (a) libera cirolaz persone, b) libera prestazione servizi), ma anche nelle materie 2) per le quali prima era prevista solo cooperaz; potere veto Parlam (AttoUn, Tr Maastr): per tutta una serie i atti che possono essere adottati solo con “parere conforme”, ad es atti formativi degli acc di associazione, acc adesione St terzi a UE;
partecipaz Parlam a legislaz omunit ancora frammentaria: procedure coop e codecisione sono macchinosa opera di ingegneria diplomatica, dalle cui procedure restano peraltro escluse mat molto imp come: pol agricola e commer comuni
4) [Corte Dei Conti]: funzione di controllo su tutte le entrate e le spese della comunità; 15 persone indipendenti, nominate dal Cons e aventi una competenza specifica del settore
5) [Corte di Giustizia delle Comunità Europee]: veglia su rispetto dei tr; ad essa è stato affianato un [Trib di 1° grado 1988] limitatamente ad un certo num di controversie
· atti organi comunitari: notevole imp formaz dir comunit perhè tr norme generiche e programmatiche: [art 249 TrCE], cui corrisponde perfettam [art 161 TrEURATOM], prevede: vincolanti: a) regolamenti, b) decisioni, c) direttive, non vincolanti: d) raccomandazioni, e) pareri ≠ [art 14 TrCECA] dove atti vincolanti sono decisioni e raccomandazioni
· 1) [Regolamento CE = Dec Gen Ceca]: atto omunit più imp e completo, si sostituise o sovrappone a leglislaz interna St: “ha portata generale e direttamente appliabile in St”: contiene norme generali ed astratte che vanno osservate; entrano in vigore post-pubblicazione Gazzetta Ufficiale delle Comunità on vaatio 20 gg o limite stabilito di volta in volta
· 2) [Decisione CE = Dec Partic Ceca]: ≠ dal regolam perché ha portata concreta: può indirizzarsi sia a St membro, sia a individuo/impresa operate in area comunit; in ogni caso è atto vinc; può essere difficile distinguere regolam da dec: occorre guardare non la nomen ma alla sostanza; non aquisisce normalm efficacia con pubblicaz su GUdC, ma in seguito a “notifica” a loro destinatari: solo le dec per cui è prevista procedura di codecisione acquistano efficacia con pubblicaz
· 3) [Direttiva CE = Raccomandazione Ceca]: “vincola lo St membro cui è rivolta per quanto riguarda il risultato da raggiungere, salva restando la competenza degli organi nazionali in merito alla forma e ai mezzi”; a) per tutte dirett a tutti St membri (anche quelle on proced codec) necessaria pubblicazione in GUdC, b) per dirett singolo St solo notifica
per le dirett la prassi si è sempre orientata in senso contrario alla enunciazione di soli “princ e criteri gen”: la drett è sempre più dettagliata: discrezionalità St SI ridue sempre più a selta froma giurid interna della norma (legisl, ammva); la dottrina si è posta il problema se tali dirett fossero legittime: il problema è superato dalla prasi in quanto mai gli St e mai la Corte Com lo hanno sollevato; così la dirett dettagliata finisce per avere il contenuto di un regolamento
· “atti atipici comunitari”: atti che rappresentanti St membri adottano in quanto tali al di fuori delle procedure comunit e non in quanto componenti del Cons e che vengono presi all’unanimità; tali atti, se e quando non si riducono ad intese di caratt pool ma rivelano una chiara volontà di obbligarsi, possono essere consid come acc in fs
· come tutte le oi le 3CE hanno la cap di conclud acc int: [art 300 TrCE]: indica organi competenti per tr: a) Commne per i negoziati, b) Cons per manifestazione diretta ad impegnarsi previa consultazione Parlam (per alcuni casi è necessario il suo “parere conforme”); art300TrCE stabilisce anche che “CGCE possa essere chiamata per parere preventivo su ompatibilità acc/TrCE”
· ed inoltre “gli acc conclusi sono vinc per le istituzioni delle comunità e per gli St membri”: deroga al princ gen delle oi secondo cui acc di un’oi restano estranei a sfera giuridica St membri: si situano però a metà strada fra TrCE e atti istituzioni: da un lato non possono derogare al TrCE, dall’altro non possono essere derogati dalle istituzioni
· specifiche disposizioni del TrCE prevedono la conclusione di acc di 1) associazione, e 2) commerciali; in parti di: a) associazione, b) acc tariffari e commi, c) in materia di pol comunit, d) di ricerca e sviluppo tecnologico, e) di pol ambientale; comunque la distinzione tra acc di assne e acc commli è difficile da tracciare e può ritenersi superata: i primi dovrebbero caratterizzarsi rispetto ai secondi per il fatto che tra le parti ci siano anche “azioni in comune e procedure particolari” [art 310 TrCE], e non solo dir e obblighi relativi agli scambi commli tra le parti
· [acc di assne Acc di Cotonou 2000] che ha sostituito l’ultima conv di Lomè e che regola i rapp tra i Paesi ACP, ossia i PVS Afriani-dei Carabi-del Paifico già aventi rapp partic on St membri Ue; [4 conv di Lomè] sono state es di applicaz di alcuni princ del NordEcMond, avendo istitutito un regime preferenziale (non reciprocità) per prodotti Peasi ACP
· la comp della CE a conclud acc int nei casi contemplati dal TrCE ha “carattere esclusivo”: St membri sono obbligati a non conclud acc nelle stesse materie; l’esclusività si ricava dallo spirito del Tr stesso e ribadita in varie occasioni: [parere CGCE 1975 e 1979]; ma essa può condurre a paralisi ogni volta che uno St terzo non intende contrarre con la comunità o solo con essa, o quano non si raggiunge un’intesa necessaria per azione comune; da qui derivano 2 pratiche: 1) pratica delle autorizzaz accordate dal Cons ai singoli St per conclud acc con St terzi, soprattutto in pol commle, 2) pratica degli “acc misti”: alla conclusione acc partecipano sia Com che St membri
· ma se St conclude acc per proprio conto in materia di comp comunità senza autorizzaz Cons? il problema va risolto come mero probl di incompat fra norme conv: “piena validità acc salva resp St per violaz dir comunit”, che può dar luogo a giudizio di acvertam davanti a CGCE (anche se problema finora non si è posto)
· secondo [art 11 C] dir comunit è superiore a legge: rango quasi-cost
· a parte gli acc la cui conclusione è espressam prevista da disposizioni specifiche, può la CE stipulare in altre materie regolate dal TrCE? Secondo interpretaaz obiettiva del Tr stesso, No; anche se oggi la situazione è mutata grazie a ostante giurisprudenza on inizio [sent CGCE 1971 in tem di pol e trasporti]: l’opinione della corte si fonda sull’idea del parallelismo tra “comp interne ed esterne” comunit: in tutte le materie previste da TrCE in cui CE ha comp ad emanare atti di legislaz comuni, ha anche implicitam la comp a concludere acc con St terzi; gli St membri restano liberidi stipulare acc finchè la CE non abbia legiferato, ma poi progressivam la perdono
· delol’opinione della CGCE poiché ha carattere vinc e proviene da una Corte Suprema non c‘è che da prendervi atto: fa corpo cioè con le disposizioni del TrCE stesso
· ad ogni modo le zone in ombra restano parecchie: è difficile capire i limiti ratione materiae della comp esterna in relazione alla comp interna già esercitata; si spiega ad es la compessità delle trattative per la predisposiz della conv di codif di Montegobay82 per la necessaria definizione della partecipaz della CE vista la comp della CE stessa in materie rientranti nel di marittimo come la materia della pesca: l’[Annesso IX] prevede che “orgne cui St hanno trasferito comp per le materie regolate dalla conv [CE] può divenire parte contraente purchè dichiari le materie di sua comp”; allo stesso modo St membri devono dih per quali materie regolate dalla convv hanno trasferito comp all’orgne
· il parallelismo tra comp esterne/interne può anche portare a compliazioni nel caso della coop rafforzata: lo St che non partecipa alla coop ma che per definizione può successivamente aderirvi, deve astenersi anch’esso dal conclud acc?

· 5) L’OCSE E IL CONSIGLIO D’EUROPA: post-2GM sono state istituite 2 orgni per rafforzam vincoli St Occ: 1) [Orgne Eu per la Cooperaz Ec – OECE], trasformata in [Orgne per la Cooperaz e lo Sviluppo Ec – OCSE 1960] ed estesa via via ai vari Paesi non europei; 2) il [Consiglio d’Europa] con 40 membri attuali (Eu Occ e quasi tutta Eu Or)
· 2) [Tr Istitut CdE]: [art 1]: “scopo è di onseguire più stretta unione fra i suoi membri per promuovere princ che costituiscono il loro omune patrimonio, e favorire progresso ec e soc”, e [art 3]: “ogni membro deve accettare preminenza del Dir e dei dir fondam dell’uomo e delle libertà fondamentali”;
organi CdE: a) [Comitato Dei Ministri]: ha i maggiori pot, omposto da Min Esteri – o sostituti – St membri, b) [Ass Consultiva]: esprime voti e raccomandazioni al comitato dei Ministri e nella quale, al 1951, siedono rappresen dei Parlam Nazionali, c) [Segretariato]: con a capo un Segretario Generale;
funzioni: normalm non dà luogo ad atti vinc + predisposiz conv soprattutto in materie giuridiche, come proced penale e dir umani ec, soc, civ e pol: es: [CEDU 1950] e [Conv Onu contro la tortura 1987]
· [CEDU 1950]: sono parti contraenti tutti St membri CdE, fu firmata a Roma; successivam furono aggiunti Protocolli che hanno aumentato il num dei dir ric: [Prot 11 1998 sulla fusione Commne-CorteEDU]: ha fuso in unica corte i due organi che prima esercitavano il controllo sui dir tutelati
· nel campo dir umani St accettano di vincolarsi, ma sono restii ad accertamenti vincolanti di organi int
· all’esperienza europea di è direttam ispirata la [Conv Americana sui Dir dell’Uomo, 1978 – CADU]

LE RACC DEGLI ORGANI INT

· Racc è atto tipico che oi in generale e Onu in partic – a parte 3CE – emanano senza vinc per St: non è dunque propriamente da annoverare tra le fonti previste da acc
· La racc produce per [CONFORTI]un “effetto di liceità”: lo St che per eseguire una racc non tenga conto di un impegno precedentem assunto non commette illecito; ma tale effetto è da ammettere solo nei rapp tra St membri e solo per le racc legittime: cioè che non fuoriescano da comp proprie degli organi e dai limiti del tr istitutivo
· Limitatamente a Racc Onu e contro l’effetto di liceità si è invocato [art 103 Conu]: “prevalenza degli obblighi statuari su altri obblighi”: perciò si tenta di escludere che tale prevalenza la abbiano le racc; ma per [CONFORTI] tale tesi è da esclud: il problema non riguarda se St debba o meno eseguire prestazione, ma se lo St che l’abbia eseguita sia tutelato
· Sempre ambito Onu: campo in cui effetto liceità assume rilievo: racc Cons Sic implicanti uso della forza: es [Ris CS 1966 su interdizione vendita petrolio a Rodhesia del Sud]
· L’effetto di liceità non ha sfera di applicazione ampia: nelle oi manca organo che giudichi legittimità delle racc: 1) tale effetto potrà perciò verificarsi solo tra gli St membri che abbiano votato a favore racc, 2) per St che hanno votato contro/St astenuti tale effetto è da escludersi in quanto in tali manifestazioni è implicita dissociazione rispetto all’atto
· Viceversa se si esclude effetto di liceità è difficile, data la quantità di racc e la qualità di alcune, non perevenire alla conclusione che le racc lasciano il tempo che trovano (per Conforti è perciò meglio l’eff di liceità)
· Taluni trovano illecito omportam St che non osservi tutta una serie di racc: ciò equivale a dire che le racc diverrebbero obbligatorie!: la tesi è inaccettabile, e ancor più ove non distingue fra racc legittime e illegittime
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...