Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze, Norberto Bobbio

Pagine

Forme di Stato e Forme di Governo - L'ordinamento feudale

Condividi
La correlazione dei tre concetti nell’analisi delle vicende storiche

· la correlazione dei tre concetti nell’analisi delle vicende storiche: l’Europa è influenzante come labratorio, ma anche come area influenzante alre aree
L’ordinamento feudale

· alto grado di complessità e sofisticazione con germinazione dei poteri, funzioni ed esercizi di esse elementari
· prodromi nella Gallia merovingia dopo il crollo dei romani, poi Franchi: particolarismo ed embrioni di principati e stati nazionali: ma non c’è continuità istituzionale romana, ma ciclicità: arabi, vichinghi, unagri con potere del re lontano e contrastato, che non garantisce sicurezza nei commerci; gli uomini si legano fra loro e dimostrano di avere un’autorità più forte di quella della legge (come negli ultimi anni romani con clientes e commendati)

· protezione e sicurezza in cambio di servizi civili e militari (castello, corvees, rapporto di scambio)
· svolta del periodo carolingio: rafforzamento dei poteri centrali, che però non cancella il sistema feudale ma lo rafforza: rafforza i poteri di scambio senza esserci Stato
· Stato = organizzazione territoriale in cui un potere sovrano (non dipendente) detta unilateralmente le regole per il territorio, la popolazione ivi stanziata, chi vi si trovi ad operare
· Tale innesto sulla rete feudale porta allo sgretolamento dei regni, e al’accentuazione particolaristica, con una giurisdizione territorialmente più ristretta
· l’incremento demografico del IX-X sec. che porta vilaggi e bonifiche, e la stabilizzazione carolingia (sicurezza, viaggi, commerci), porta alla nascita delle città e all’aumento di lavoro e con esso di status (o perlomeno uncambiamento): nasce lo scambio bene-denaro, e i grandi latifonsi si compattano
· il potere feudale è e rimane frazionato, ma tende in ciascuna unità a ricomporsi: l’unità rimane la città, dove il Comune ricompone la frattura rappresentanti del sovrano-vescovi-mercati e proprietari
· nascita e importanza del funzionariato, nato col centralismo statuale e burocratico capetingio (gerarchia di funzionari: siniscalchi o balivi, prevosti)


Fonti:
Amato Giuliano, Forme di Stato e forme di Governo, Il Mulino, Bologna, 2006
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...