Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze, Norberto Bobbio

Pagine

L'Alcibiade Maggiore di Platone e la contrapposizione anima-corpo

Condividi
Come premessa Socrate dice che per ben iniziare è bene rendersi conto di non sapere, e pensare che ciò che sappiamo nessuno ce lo ha insegnato o non lo abbiamo appreso da nessuna parte.
Infatti l'insegnamento della maggioranza è futile, tali maestri sono inaffidabili.
Sulle cose che non si conoscono, infatti (come il giusto e l'ingiusto), tra questi ultimi c'è il massimo grado di disaccordo.

Nel dialogo è ancora più chiara rispetto agli altri l'uguaglianza Buono = Bello = Giusto = Utile = Felicità = Sapienza.

La filosofia della caritas e Sant'Agostino; comunanza fra i Padri della Chiesa, i misteri cristiani e le dottrine esoteriche platoniche

Condividi
Sant'Agostino. L'avventura della grazia e della carità, guardate qui.

La carità di Sant'Agostino non ha basi diverse dall'Eros di Platone: entrambe hanno come denominatore comune l'Amore, tutte e due riconoscono la mancanza come propulsore del Desiderio del ricongiungimento a Dio, partendo dal fatto che non si possa prescindere dalla grazia divina, e dal fatto che Cristo è già dentro di noi.

Solo attraverso questo Desiderio di Giustizia, spinto verso l'Alto con Amore-Eros si arrivano a conoscere i Misteri, ed in particolare quello della Trinità.

«Dio si è fatto uomo perché gli uomini diventino Dio»
Diventino Dio non in forza della loro natura, ma in forza di quell’avvenimento di grazia per cui Dio si è fatto uomo

Sant’Agostino sembra dunque che contempli questa possibilità, che l’uomo possa diventare Dio, ma senza prescindere dalla grazia, che deve accompagnare questa trasformazione.

«Caritas per Agostino è sinonimo di grazia e di Spirito Santo»

La caritas, l’amor, la dilectio è lo Spirito Santo.

Il dono increato è lo Spirito Santo, il dono creato è la grazia santificante che lo Spirito Santo, abbracciando la libertà dell’uomo, informando la volontà dell’uomo, crea. 

Cos’è dunque lo Spirito Santo? Grazia santificante, che accompagna carità e amore, al fine di poter impiegare con Giustizia la ragione e permettere di indirizzare la natura dell’uomo, e la sua libertà e volontà, verso creazione di Bellezza?

Per Paolo la via del cristiano è la carità e nello stesso tempo, dice nella Lettera agli Ebrei, è la carne di Cristo risorto (cf. Eb 10, 20).

Codice Galatonese e San Francesco

Condividi
Venite a vedere ora
un altro Abramo contemplativo
che per fede ricevette in eredità
la Terra promessa,
Francesco il santo,
che accolse in modo ospitale i poveri,
come lui un tempo:
infatti di nascosto dissipava largamente i beni del padre
e li donava ai poveri,
dopo aver rinnegato le cose periture,
e, dopo aver preso la croce sulle spalle,

Il Menone e la Causa che lega le opinioni vere per arrivare alla reminescenza della Conoscenza e della Scienza

Condividi
Nel Menone il punto è che Socrate dice che non ci sono maestri adeguati per insegnare la virtù che è scienza (comunque gli "scolari", chi vuole apprenderla, ci sono), e per questo Socrate predilige la giusta opinione d'origine divina, che si ricollega al Bene (all'utilità e alla giovevolezza) della virtù.

La virtù, pero’, lungi dal poter essere insegnata dai "sofisti" contemporanei con metodi profani, possa essere trasmessa da chi Conosce tramite l'indirizzamento di una giusta opinione, che deve formarsi dentro di noi con lo strumento della ragione e per fede divina, poichè il divino è insito in questa stessa opinione.

Se il "la", la nota giusta, può derivare da un fattore esterno (1); tutto il resto è un lavoro interno ed invisibile, opera della ragione (2) e del divino (3).

I misteri eleusini ed Esiodo

Condividi
In Egitto le stagioni erano 3, collegate alle inondazioni del Nilo, alle levate eliache e all'anno lunare 1a stagione (Akhet): Autunno, il tempo dell'inondazione; 2a stagione (Peret): Inverno: il tempo della semina; 3a stagione (Shemu): Estate, il raccolto.

Le stagioni nella Grecia classica in effetti erano 4, ma ai tempi di Esiodo (VIII sec. a.C.), il poeta agricoltore le stagioni erano ancora calcolate facendo riferimento alla levata eliaca (cioe’ il sorgere all’alba) degli astri e al moto apparente delle costellazioni:

Celebrazioni per il 150 Anniversario dell'Unita' d'Italia: Lessico Risorgimentale Cinese-Italiano 意大利复兴运动的汉意词汇

Condividi

A

m奥地利Aòdìlì Austria

B

m巴马公国Bāmă Gōngguó Ducato di Parma

D

m地方行政长官 dìfāng xíngzhèng zhăngguān prefetto
m都灵Dūlíng Torino

F

m法国皇帝Făguó huángdì imperatore dei Francesi
m斐迪南 Fĕidínán 1. Ferdinando I {1751-1825} 2. Ferdinando II {1810-1859}
l斐迪南三世 Fĕidínán Sanshi Ferdinando III di Sicilia {1759-1816}
m佛罗伦萨Fóluólúnsà Firenze
m复兴运动Fùxðng Yùndòng Risorgimento

G

m共和派gònghépài repubblicano

H

m哈普斯堡洛林Hāpŭsðbăo-Luòlín Asburgo di Lorena [<ted. Hapsburg]

J

m加富尔Jiāfù’ĕr Camillo Benso conte di Cavour {1810-1861}
m加里波迪Jiālĭbōdí Giuseppe Garibaldi {1807-1882}
l加里波迪派jiālĭbōdípài garibaldino
m教皇jiàohuáng papa, sommo pontefice
l教皇辖地jiàohuáng xiádì territori pontifici
m教会辖地jiàohuì xiádì territori pontifici
  
L

m利古里亚共和国 Lìgŭlĭyà Gònghéguó Repubblica Ligure {1797-1805}
m两西西里王国 Liăng Xðxðlĭ Wángguó Regno delle Due Sicilie
m罗马 Luómă Roma

M

m玛丽·路易丝Mălì Lùyìsð Maria Luisa d’Austria {1791-1847}
m马志尼Măzhìní Giuseppe Mazzini {1805-1872}
l马志尼派 măzhìnípài mazziniano
m摩德纳 Módénà Modena

N

m那不勒斯 Nàbùlèsð Napoli
m拿破仑 Nápòlún Napoleone Bonaparte {1769-1821}

P

m皮埃蒙特宪法Pí’áiméngtè xiànfă [lett. Carta costituzionale del Piemonte] Statuto Albertino {4 marzo 1848}

S

m撒丁王国 Sādðng Wángguó Regno di Sardegna
mshĕng regione: 每个省归一个地方行政长官瞎管 ogni regione ricade nella giuridizione di un prefetto

T

m托斯卡纳 Tuōsðkănà Toscana: 在托斯卡纳,对一切罪行都已废除死刑 in Toscana la pena di morte fu abolita per ogni tipo di reato
l托斯卡纳大公 Tuōsðkănà dàgōng Granduca di Toscana
l托斯卡纳刑法 Tuōsðkănà xíngfă Codice Leopoldino {promulgato da Pietro Leopoldo nel 1786}

W

m威尼斯 Wēinísð Venezia
m威尼提亚Wēinítíyà Venezia
m维也纳会议Wēiyĕnà huìyì Congresso di Vienna {1814-1815}
m维克托·伊曼纽一世 Wēikètuō Yðmànniŭ Yðshì Vittorio Emanuele I di Savoia {1759-1824}
m无益 Wúyì Non expedit” {latino per “non conviene”, disposizione pontificia che consiglia ai cattolici di non partecipare alle elezioni, presa per la prima volta il 30 gennaio 1868 e ribadita più volte da Pio IX}: 还有教皇关于无益的训谕,就是天主教徒不得当选举人,也不得当候选人 ci fu anche un monito papale, il “Non expedit”, a che i cattolici non votassero né si candidassero alle elezioni

X

m行动党 Xíngdòngdăng Partito d’Azione {fondato da Mazzini nel 1853}

Y

m意大利问题 Yìdàlì wèntí questione italiana

Benvenuto al nuovo Console Generale, Cons. d'Amb. Vincenzo del Luca e Donazioni di libri alla Biblioteca dell'Universita' "Tongji" di Shanghai

Condividi
Donazioni di libri alla Biblioteca dell'Universita "Tongji" di Shanghai. Da sinistra: il Console Generale d'Italia a Shanghai, Vincenzo De Luca; il Presidente del Campus Sino-Italiano, Prof. Fang Shou’en; l'Addetto Culturale IIC Shanghai, Prof. Giorgio Casacchia.

Cerimonia di benvenuto al nuovo Console Generale d'Italia a Shanghai, Vincenzo De Luca, alla presenza del Presidente del Campus Sino-Italiano, Prof. Fang Shou’en. Presso "Tongji" University di Shanghai.

Il Simposio di Platone: Eros-Amore intermediario, creazione nell'immortalita', funzione esoterica del dialogo

Condividi
Ho capito allora di esser stato proprio un ingenuo quando vi ho promesso di fare anch'io, al mio turno, l`elogio di Eros, e quando ho detto di essere ben esperto delle cose d'amore: in effetti, devo confessare di non sapere affatto fare un elogio. Credevo, nella mia piena ignoranza, che si dovesse dire la verità sull'oggetto del proprio elogio, che questo fosse fondamentale: che bisognasse scegliere le verità più belle e disporle nell'ordine più elegante. Ero, naturalmente, tutto fiero al pensiero che avrei parlato bene: non conoscevo forse la vera maniera di fare un elogio? Ma, stando a quanto ho sentito, il metodo corretto di fare un elogio non è questo: bisogna piuttosto attri buire all'oggetto del proprio discorso le più grandi e le più belle qualità - che le abbia davvero o non le abbia non importa affatto. A quanto sembra il nostro accordo era di giocare a far le lodi di Eros, non di lodarlo veramente per quel che è. Ecco perché, io penso, voi muovete cielo e terra per attribuire ad Eros ogni cosa bella e proclamare l'eccellenza della sua natura come la grandezza delle sue opere: voi volete così farlo apparire il più bello e il più buono possibile - ma non si ingannano coloro che sanno. E certo è una bella cosa un elogio simile. Ma io ignoravo evidente mente questo modo di far le lodi, e siccome lo ignoravo, promisi anch'io di pronunciare un elogio al mio turno: ma la lingua promise, non certo il mio cuore. Dunque, addio alla mia promessa! Io un elogio così non ve lo faccio, non ne sono capace. Però, a condizione di dir solo la verità, io accetto se lo desiderate di prender la parola, alla mia maniera e senza rivaleggiare con l'eleganza dei vostri discorsi, perché non ho nessuna intenzione di diventare ridicolo. Vedi tu, Fedro, se c'è ancora bisogno di un discorso di questo genere, che lasci intendere la verità su Eros - ma con le parole e lo stile che mi verranno al momento."

Il "Fedro" di Platone e il mito dell'auriga

Condividi
Il Fedro di Platone, qui

L'anima è funzionale.
La sua struttura quindi varia a seconda del veicolo con cui si trova a "convivere": essa come parte razionale guida il Carro e deve comandare la tensione la parte irascibile e la ancor più disordinata parte concupiscibile.
C'è da mettere a posto questo disordine.

L'anima in quanto "ente" separato che vivifica la corporeità ("se l'anima è vita, non può contenere il suo opposto, la morte; perciò è immortale") è però Triplice: sembra perciò che il dualismo del Fedone sia superato.
La dualità nel mondo materiale è molto difficile da superare, perchè in un certo senso connaturata proprio alla struttura materiale.

L'ala ha il significato di alzare ciò che è pesante, e avvicinarlo tramite Intuizione ed Intelligenza alle Idee (reminescenza).
Perdere le ali da parte dell'anima è attaccarsi alla materialità.

SHANGHAI: Conferenza in lingua francese su “Come organizzare un evento culturale”. Inizio delle Celebrazioni per il 150 Anniversario dell’Unita’ d’Italia.

Condividi
L’IIC Shanghai e’ lieto di annunciare la Conferenza in lingua francese “Come organizzare un evento culturale”, organizzata in collaborazione con l’Alliance Francaise di Shanghai, e tenuta dal Direttore IIC Shanghai, Dott. Paolo Sabbatini, venerdi’ 14 gennaio p.v., alle ore 9.00, presso la Sede dell’Alliance Francaise.
La Conferenza intende mostrare, alla luce dell’esperienza dell’IIC Shanghai e in occasione dell’Anniversario dell’Unita’ d’Italia, la metodologia ottimale per l’organizzazione di un evento culturale, dal momento della sua ideazione sino a coinvolgere la comunicazione mediatica successiva alla realizzazione dell’evento stesso.

Data e Orario: 14 gennaio 2011, ore 9.00 
Info: 0086-54.07.57.60, ext. 157, Ms. Wang(王小姐), ext. 156, Ms. Li (李小姐)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...